Italiano – Italian

Quest – un gruppo per lesbiche e gay Cattolici

Quest è un gruppo per lesbiche e gay Cattolici il cui scopo è “proclamare il Vangelo di Gesú in modo da sostenere ed aumentare la fede Cristiana fra gli omosessuali uomini e donne”.

Ottiene tutto ciò in diversi modi:

  • L’Associazione: una conferenza annuale con relatori ospiti permette ai membri del Quest di trovarsi assieme per celebrare la liturgia e partecipare a discussioni e dibattiti. In questo clima comunitario accogliente, donne e uomini sono aiutati a riconciliare la pratica della loro fede cattolica con la piena espressione della loro natura lesbica e gay nell’amore Cristiano. Gruppi locali in diverse zone della nazione organizzano le proprie attività le quali includono il celebrare messe, ritiri, discussioni e dibattiti, serate al cinema o teatro, gite ed escursioni.
  • Il Dialogo: con sacerdoti e vescovi. Questo processo è stato condotto saltuariamente, ed il suo scopo è quello di incoraggiare la reciproca comprensione degli insegnamenti morali della Chiesa e delle vite dei suoi membri lesbo e gay.
  • Il Supporto: per ogni lesbica e gay cattolico in ricerca di riassicurazione, che è spesso offerto attraverso il telefono tramite Quest Linkline, la linea telefonica per lesbiche e gay Cattolici.Cè anche a disposizione il trimestrale Quest Bullettin, l’occasionale Quest Digest e le newsletter dei gruppi locali.

Ma non si dovrebbe scegliere fra il proprio orientamento sessuale e la propria fede?
No. Tristemente, ancora una volta, questa sembra essere l’unica desolante scelta offerta dal Vaticano. Di conseguenza, molte lesbiche e gay hanno scelto di rifiutare il dono della loro fede Cattolica o sono finiti per torturare se stessi come isolati individui. Nessuna di queste soluzioni è coerente con la libertà promessa dal Vangelo proclamato dalla Chiesa.

Ma la Chiesa non insegna che l’omosessualità’ è sbagliata?
Non ci sorprende che il punto di vista della Chiesa sull’omosessualità è totalmente espresso come qualcosa di negativo da respingere crudelmente, così come descritto nei documenti vaticani: “Un disordine oggettivo… [una] tendenza perpetrata da un istinto diabolico”.Queste però non dovrebbero essere considerate le parole definitive della Chiesa Cattolica sull’argomento. Persino in Vaticano si riconosce che l’omosessualità “è un fenomeno complesso”, che richiede ulteriori attenti studi”, oneste preoccupazioni, attente consultazioni dal punto di vista teologico. Quest presta attenzione alle positive testimonianze di vita offerte da lesbiche e gay cattolici quando il Vaticano esprime giudizi nei loro confronti.

Quindi Quest lavora per cambiare gli insegnamenti della Chiesa?
I complessi insegnamenti della Chiesa a proposito di fede e morale non sono presentati tutti con lo stesso grado d’autorità. Quest accetta ogni insegnamento come infallibile ed essenziale per la fede Cattolica. Ma affermazioni sull’omosessualità’, solo rese esplicite in anni recenti, non appartengono a questa categoria. La loro accettazione deve dipendere in larga misura dalla qualità delle argomentazioni offerte per poterle supportare. I Cattolici mancherebbero di rispetto nei confronti degli insegnamenti della Chiesa se non iniziassero una critica costruttiva rispetto a tali problemi. Tanto più sarà affermata la verità ed eliminato qualsiasi errore, tanto meglio sarà per la Chiesa stessa.

Devo essere gay e Cattolico per far parte di Quest?
Per nulla. L’iscrizione è aperta a tutti quelli che desiderano condividere gli ideali di Quest senza tener conto di alcun orientamento sessuale o appartenenza religiosa. Ti preghiamo di voler considerare l’idea di unirti a migliaia di donne e uomini per i quali la fede Cattolica e l’omosessualità non soltanto sono perfettamente compatibili, ma bensì un dono di Dio.

Quest Linkline
La linea telefonica di aiuto per lesbiche e gay Cattolici
Numero gratuito 0808 808 0234 
(19–22, segreteria telefonica al di fuori di quest’orario)

BM Box 2585, London WC1N 3XX
quest@questgaycatholic.org.uk
www.questgaycatholic.org.uk

Quest si definisce con orgoglio parte attiva sia della comunità lesbica e gay sia della comunità della Chiesa.